“Una Donna senza qualità”, la stand-up comedy dell’esilarante Velia Lalli

In scena per 3 serate al Teatro Testaccio di Roma (22, 23 e 24 novembre) Una Donna senza qualità, monologo scritto e interpretato da Velia Lalli. Prosegue così, dopo gli spettacoli di Tiziana Foschi e Shara Guandalini, un altro nuovo appuntamento della stagione “The future is female” con la comicità tutta al femminile.

Sinossi

Con “Una Donna senza qualitàVelia Lalli giunge al quinto monologo personale, che chiude il cerchio della sua vita di donna e di comedian, dopo aver fatto bilanci ad ogni Capodanno, ogni anno dopo le ferie estive, al passaggio di ogni decade, e persino in ogni suo monologo. Si rifugia ancora una volta nella risata per accettare tutti i fallimenti delle sue ambizioni. E se alcune possono sembrare stravaganti, come scoprire di non aver raggiunto nemmeno fino in fondo lo status di gattara, tutto il resto è l’analisi lucida delle nostre ambizioni indotte più comuni. Non è più una ragazzina, non è madre, non è abbastanza gattara, non è abbastanza fashion, non è abbastanza gnocca, non è abbastanza femminista. E non è neanche abbastanza famosa.

Ora si ritrova più matura, donna e non più una ragazzina, ma ancora sopra le righe, in continuo confronto con i modelli imposti o accettati acriticamente. Velia Lalli passa allo scanner i canoni televisivi, il femminismo della domenica, il dibattito su maternità ed infanzia, la comunicazione ed i social network, il bisogno imperante di successo. Con un attacco aperto alla comicità femminile nazionale, la Lalli dichiara di essere una nicchia, dove la donna ha come arma una grassa risata, libera e consapevole, che non passa attraverso la critica trita del maschio. Nel momento in cui si parla tanto di donne, lei le vuole armate dell’arma più potente che conosce: la goliardia. Fornendo un prontuario di battute sferzanti da appuntarsi e utilizzare in caso di “necessità”.

Marco Falaguasta con Velia Lalli nella serata di presentazione della stagione teatrale.

Queste le premesse della Lalli durante la serata di prentazione della stagione al Testaccio: “Uno spettacolo che farà divertire e soprattutto scandalizzare, perchè parla del fatto che mi sento poco rappresentata dal modello di donna che esiste in Tv o sui social. Tratterò quindi tematiche e linguaggi forti, spinta dall’esigenza e sfrontatezza di togliermi una maschera senza nascondermi dietro un personaggio.” 

Se dite di conoscere la stand- up comedy, ma non avete mai assistito ad un suo live, state mentendo. O forse state solo lasciando il meglio alla fine.

L’attrice

Velia Lalli ama definirsi “la vecchia zia della stand-up comedy italiana”, ma il suo pubblico preferisce definirla la regina! Dice di sé stessa: “Sono tanto simpatica quanto stronza!” E forse proprio queste qualità la rendono unica nel panorama della satira italiana. Pioniera della stand-up comedy italiana, un genere di comicità che, ormai, ha preso largamente piede anche nel nostro Paese, è stata a lungo la prima e unica donna nella scena italiana. A lei si è ispirata la seconda generazione di comedian italiane. Velia ha attraversato il piccolo schermo (Sbandati – Rai2; TvTalk – Rai3; Comedy Central – Sky) portando, anche lì, il suo temperamento dirompente e il suo spirito sferzante.

Quando:

Venerdi 22 e sabato 23 ore 21.00. Domenica 24 ore 18:00

Info e prenotazioni:

Biglietto intero € 15.00 – ridotto € 12.00

065755482 – teatrotestaccio@gmail.com

Dove:

Teatro Testaccio, via Romolo Gessi 8 – Roma