Nicole Voltan: in mostra la sua arte scientifica

La Galleria d’arte Mucciaccia Contemporary ha inaugurato l’ 11 ottobre la personale di Nicole Voltan dal titolo Piano CIELO / Piano TERRA. L’esposizione riguarda le ultime creazioni dell’ artista dedicate alla natura, sia terrestre che celeste. In esse si traduce  la sua visione planetaria dell’esistente condotta con sguardo scientifico, richiami alla storia e alla mitologia. La mostra, curata da Gianluca Marziani, resterà aperta al pubblico fino al 25 Novembre.

Connubio arte e scienza

Le opere di Nicole Voltan nascono da un dialogo equilibrato tra arte e scienza. Diverse tecniche artistiche in uso permettono di esaltarne accuratamente i dettagli, proprio come un microscopio. Si va dalla pittura, al disegno, la scultura e l’installazione site-specific. L’artista veneta affronta temi complessi e ambiziosi, offrendo riflessioni profonde tra passato e futuro, l’ inpalpabile e il fisico, il reale e il visionario. La mostra tra TERRA e CIELO si divide in due distinti spazi su rispettivi piani, che servono a dare vita propria alle composizioni.

A sinistra “In 2.000.000.001”; a destra I 4 ricami su tessuto di “Origine della Vita”.

Piano TERRA, dai primordi al futuro visionario

Al piano terra dell’elegante Mucciaccia Contemporary sono esposte opere eterogenee per materiali e composizione. Ognuna ha una sua narrazione interna, come se il lavoro diventasse un piccolo teatro della visione che però non viene del tutto rivelata. Alcune creazioni presentano materiali come la lava, il ferro ma anche i tessuti. L’opera dal titolo In 2.000.000.001, un minuzioso disegno a grafite su fasce separate, immagina lo stato del Pianeta tra 2 miliardi di anni, frutto del mutamento dei mari, movimenti tettonici e spostamenti delle placche continentali. In Origine della Vita, vengono presentati 4 lavori in ricamo raffiguranti organismi batterici che 4 miliardi di anni fa creavano il nostro pianeta. Caratteristiche anche le Ziggurat di ago e filo su tufo, un richiamo storico-spirituale alla civiltà babilonese.

A sinistra “Mini Mondo pret-à-porter”, sullo sfondo “Griglia di misurazione”; a destra alcuni acrilici su tela di “Exalt the Past”.

Piano CIELO, orientarsi tra le stelle

Salendo le scale si accede al piano superiore. Qui ci accoglie un lavoro sul soffitto che definisce perfettamente lo stato narrativo della sezione. Si tratta di 88 Trame, 759 aghi che formano le 88 costellazioni del nostro cielo, in sintonia con l’eternità di un universo che è perenne distruzione e rigenerazione. Troviamo anche opere come Mini mondo che esprimono vitalita’ con brillanti giochi di luce. I bellissimi disegni in pastello (Exalt the Past) sono dedicati all’astrologia, alla misurazione del tempo e della posizione terrestre. Il carattere scientifico viene così mescolato con mitologie, esoterismi e leggende.

Un’artista talentuosa

La giovane Nicole Voltan si è diplomata presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. La sua prima mostra, dal titolo Nel segreto di una valigia, si tiene a Milano nel 2007, presso il circolo culturale Bertold Brecht. Successivamente, nel 2011 esordisce a Roma esponendo Sistema Entropia alla Galleria Whitecubealpigneto, nel contesto del X Festival di Fotografia promosso dal Museo MACRO. Nel 2013, presso La Stellina Arte Contemporanea si tiene la sua seconda personale dal titolo 88 Trame. Recentemente ha partecipato alla manifestazione Rome Art Week, con la mostra Exalt the Past Survive the Future, tenutasi presso il suo studio nel quartiere Pigneto. Tra le sue mostre collettive sono da citare Art più business uguale Love alla Mole Vanvitelliana di Ancona ed Intreccio alla Rocca di Umbertide a Perugia, entrambe tenute nell’anno 2017. Partecipa inoltre a Gas Stelle e led: José Angelino e Nicole Voltan, tenutasi presso il Museo Nuova Era di Bari nel 2014. Ha lavorato a due installazioni permanenti, Muri Dipinti, presso Gavazzana in provincia di Alessandria e Dare senso ai luoghi, presso Mola di Bari, promossa dalla Fondazione Pino Pascali.

Quando:

11 ottobre – 5 dicembre 2017

Orari: martedì – sabato, 10.30 – 19.00; domenica e lunedì chiusi

Info:

info@mucciacciacontemporary.com | www.mucciacciacontemporary.com

+39 06 68309404

Dove:

Mucciaccia Contemporary, Piazza Borghese 1/A, 00186 Roma