Le Korai di Alessio Deli esposte a Palazzo Valentini

Palazzo Valentini ospiterà l’esposizione personale di Alessio Deli, Korai Incipit Memoria. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale Tonino Guerra e patrocinata dalla Città metropolitana di Roma Capitale. Da giovedì 21 marzo 2019 (ore 16:00 – 20:00) sarà possibile partecipare al vernissage di presentazione della mostra, visitabile fino al 3 aprile con ingresso gratuito. Il catalogo illustrato è realizzato dalla Tored srl, con un contributo di Carmelo Occhipinti e presentazioni dei curatori Michele von Büren e Renato Mammuccari.

Alcuni modelli di Korai in gesso e piombo, altezza cm 165.

Il valore della memoria e identità storica

Le Korai, singolare kore (κόρη – ragazza, plur. κόραι), sono il corrispondente femminile dei kouroi, statue greche di origine arcaica. Il termine kore venne utilizzato in seguito al ritrovamento di numerose statue votive femminili sull’acropoli di Atene. Erano giovani donne che avevano appena superato la fase della fanciullezza, rappresentate nell’atto di porgere un’offerta, probabilmente un frutto di melagrana visto il suo significato di abbondanza e prosperità.

Alessio Deli si appropria di questo antico e salvifico messaggio per reinterpretarlo nella sua visione di artista contemporaneo attraverso segni, fratture, corrosioni, ossidazioni e lacerazioni di un tempo che scorre inesorabile verso un’umanità distratta e ferita. L’artista infatti è conosciuto per le sue sculture realizzate mediante l’assemblaggio e la modellazione di materiali riciclati. Il suo stile scultoreo ha profonde radici nella tradizione classica. Questo rapporto tra contemporaneo e classico si è basato negli anni attraverso il recupero di materiali abbandonati e di riciclo. In quest’ultima produzione artistica, in particolare per la realizzazione delle Korai, lo scultore mette in scena un recupero della memoria e delle identità storiche legate alla tradizione plastica italiana.

Lo scultore Alessio Deli tra le sue opere. A destra una Korai a mezzobusto.

L’artista

Alessio Deli è nato a Marino, in provincia di Roma, nel 1981. Dopo gli studi all’Istituto d’Arte di Marino si diploma all’Accademia di Belle Arti di Carrara specializzandosi in scultura. Successivamente si abilita all’insegnamento delle Discipline Plastiche presso  l’Accademia di Belle Arti a Roma. Le opere di Deli sono state esposte in prestigiose sedi istituzionali e importanti gallerie d’arte contemporanea in Italia.

In particolare sono collocate in collezioni come la Basilica di Santa Maria in Aracoeli, Roma; il Museo MacS, Catania; la Raccolta Civica d’Arte Contemporanea di Palazzo Simoni Fè, Bienno, Brescia; il Museo Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona di Rende, Cosenza; la Galleria Nazionale della Calabria; il Palazzo Municipale San Quirico d’Orcia, Siena; la Sede Generale TV2000, Roma; l’Antico Collegio Martino Filetico, Città di Ferentino; l’Università degli Studi “La Sapienza” Roma; la Nuova Chiesa S. Pietro Apostolo, Cosenza; il Chiostro S. Bonaventura al Palatino, Roma ed il Parco Porporati, Torino.

Quando:

Dal 21 marzo al 3 aprile

orari visite 10:00 – 19:00

Info:

Ingresso gratuito

+39 335 1633518  |  info@rvbarts.com

www.alessiodeli.it

Dove:

Palazzo Valentini, Sala della Pace, Via IV Novembre 119/A, Roma