“L’amore non è questo”, la violenza di coppia nel linguaggio fotografico di Cristina Rezzi

Il 29 febbraio, presso il WarmthHotel Roma, in programma la mostra fotografica ‘’L’amore non è questo’’. L’esposizione, ad ingresso gratuito, si compone di 30 scatti d’autore a colori realizzati dalla fotografa Cristina Rezzi, anche curatrice dell’evento.

L'amore non è questo - locandina

‘’L’amore non è questo’’ è un appuntamento volto a rendere omaggio all’universo femminile e sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza di coppia. Attraverso il linguaggio fotografico, Cristina Rezzi racconta alcune delle dinamiche che contraddistinguono il rapporto di ‘’amore non amore’’, al quale spesso la donna non ha il coraggio di opporsi. Dalla dipendenza affettiva, alla sopraffazione travestita da amore, per finire fino alla violenza psicologica e gli abusi fisici.

Non permettere mai a nessuno di avere il controllo sulla tua persona, sul tuo corpo, la tua mente, la tua dignità.

Queste le parole di Cristina Rezzi: “Il desiderio di realizzare questo progetto è stato istintivo, nato dalla pancia e dal cuore. Ho voluto compierlo affidandomi non a classici modelli ma all’aiuto di due attori, Roberta Pompili e Andrea Di Cillo, che mi permettessero di esprimere al meglio, attraverso le immagini, il concetto di violenza all’interno della relazione di coppia. Importante, – conclude la fotografa – è stato anche il supporto professionale e morale di Vincenzo Scudieri per la riuscita degli scatti.

Al percorso espositivo, oltre ai due attori protagonisti nelle foto, parteciperanno diversi ospiti tra i quali la dott.ssa Sara Eba Di Vaio, psicologa, psicoterapeuta e sessuologa clinica, esperta di problematiche della coppia. Le sonorizzazioni dell’evento saranno a cura del musicista greyVision. La mostra si chiuderà infine con un brindisi di Finissage.

Un ringraziamento per il comunicato all’ufficio stampa dell’evento Miranda Shkurtaj di CylinderPress.

Cristina Rezzi fotografaBio sull’artista

Cristina Rezzi nasce a Roma nel 1967. Fin da bambina prova curiosità per quel giocattolo di metallo che era la macchina fotografica del padre, ovviamente fotografo. Grazie ai numerosi viaggi effettuati insieme alla sua famiglia, comincia a riportare a casa scatti descriventi momenti bellissimi e ricordi indelebili. Dalla Yashica analogica alla digitale il passaggio non è stato semplice. Complice però il desiderio di imparare ad usare la reflex con cognizione di causa ed assolutamente in manuale, inizia a frequentare corsi di fotografia. Dopo un iniziale scetticismo, scopre un nuovo mondo altrettanto affascinante, con tecnologie capaci di seguitare a far vivere emozioni altrettanto forti.

La Rezzi svaria così in diverse le discipline fotografiche: dal ritratto alla paesaggistica, sino all’ambiente elettrizzante dei concerti. Sempre pronta ad aspettare il momento giusto per immortalare un’espressione, un gesto, un capriccio. L’empatia che crea con la modella durante uno shooting, il guardare oltre, l’entrare in sintonia con il soggetto fotografato, è fondamentale al fine di realizzare degli scatti degni di nota. Il suo pensiero, infatti, è che la fotografia nasca soprattutto dal cuore, dalla passione trasmessa agli occhi, i quali permettono di catturare ogni singolo attimo irripetibile. (www.rezzicristina.com)

Quando:

‘’L’amore non è questo’’ : sabato 29 febbraio 2020, ore 18:00

Info:

Ingresso gratuito

Dove:

WarmthHotel Roma, via G. Prezzolini 5, Roma (zona Eur)