Il barbiere di Sivilgia I Tre Barba Teatro Studio Uno

“Il barbiere di Siviglia”, quando la lirica incontra il pop dei Tre Barba

Dal 13 al 16 febbraio torna in scena al Teatro Studio Uno, a grande richiesta, “Il barbiere di Siviglia”, spettacolo ideato e messo in scena da “I Tre Barba”: Lorenzo De Liberato, Alessio Esposito e Lorenzo Garufo. Di ovvia ispirazione alla lirica di Gioacchino Rossini e Cesare Sterbini, è parte del progetto dedicato all’opera che comprende anche “Così fan tutte” e “Rigoletto”.

Il barbiere di Siviglia I Tre Barba

Da sinistra Lorenzo Garufo, Lorenzo De Liberato e Alessio Esposito (foto Luisa Fabriziani)

I Tre Barba, attraverso la prosa, ripropongono i più celebri capolavori operistici del ‘700 e ‘800 offrendo uno sguardo irriverente, satirico e fantasioso. Giocando in modo intelligente con musica e libretti lirici, il trio cerca di rendere popolare e vicina a tutti l’opera, una forma d’arte unica e solo apparentemente lontana ed elitaria.

Il barbiere di Siviglia è ispirato alla figura di Figaro, protagonista della trilogia di Beaumarchais. Avendo un impianto di commedia dell’arte, lascia poco spazio alla psicologia dei personaggi e alle modernissime riflessioni sull’amore che caratterizzano l’opera di Mozart. I temi trattati, infatti, sono i soliti noti: l’amore ostacolato, il travestimento e l’equivoco. Nel barbiere di Siviglia la modernità è rappresentata dalla musica. I Tre Barba, ancora una volta si cimentano nel ri-arrangiamento delle aria, tra le quali le celeberrime largo al factotum o la calunnia, interpretandole completamente a cappella e senza l’ausilio di strumenti musicali.

Nell’allestimento de “Il barbiere di SivigliaI Tre Barba concedono più risalto al cantato, cercando di valorizzare al meglio una delle opere liriche italiane più famose e maggiormente rappresentate nel mondo. I tre attori interpretano tutti i ruoli del testo dando vita ad un carosello frenetico e fortemente comico, servendosi unicamente di pochi oggetti simbolici e qualche costume di scena. Se nel “Così fan tutte“, I Tre Barba si erano serviti di forti contaminazioni pop e trap, questa volta l’atmosfera sarà impermeata di una nostalgia anni cinquanta, strizzando l’occhio allo swing e alla musica leggera italiana.

“Il Barbiere di Siviglia”

Regia: I Tre Barba.

Con Lorenzo De Liberato, Alessio Esposito e Lorenzo Garufo.

Quando:

13-16 febbraio 2020. Giov – Sab ore 21,00 e Dom ore 18.00

Info e prenotazioni:

3494356219- 3298027943 – www.teatrostudiouno.com – info.teatrostudiouno@gmail.com

http://j.mp/prenotaTS1

Ingresso 12 euro. Tessera associativa gratuita.

Dove:

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara) Roma.