Enrico Montesano riporta in scena al Sistina un “Rugantino” più maturo

Dal 20 dicembre al 27 gennaio 2019 il palco del Sistina accoglierà Rugantino, una delle commedie musicali più belle scritte dai padri fondatori del teatro Garinei & Giovannini. Ad interpretare la storica maschera romana sarà il Rugantino originale, il mattatore Enrico Montesano che, a 40 anni esatti dal celebre debutto del 1978, torna a rivestire questi panni con tutta la sua verve ed esperienza. Nel cast anche Serena Autieri, Antonello Fassari ed Edy Angelillo. Questa ottava versione catapulterà nuovamente il pubblico nella Roma papalina del XIX secolo, con le divertenti peripezie del mitico personaggio popolano. Lo spettacolo si avvarrà delle straordinarie musiche del Maestro Armando Trovajoli, riportando sul palco l’allestimento storico originale con le scene e i costumi di Giulio Coltellacci che hanno fatto gioire tre generazioni di romani e non solo. Un’unica, straordinaria occasione di rivivere un grande classico nella sua integra confezione per tutte le Feste di Natale !

Un Rugantino differente

Dopo il Marchese del Grillo e Il Conte Tacchia, Enrico Montesano impersona a teatro un’altra figura romana per eccellenza: Rugantino. A distanza di 40 anni dalla sua interpretazione, l’attore riporta in scena quel personaggio che ha rappresentato nell’immaginario er bullo de Trastevere, dagli atteggiamenti da duro che in realtà celano uno spaccone rapido di parole ma pavido nei fatti. Un giovane arrogante (da qui il termine romanesco ruganza) e strafottente, ma in fondo buono e amabile. Come riportato nell’intervista al Messaggero, Montesano ha affermato che questo Rugantino sarà più maturo, dovendolo guardare adesso da uomo e non più da ragazzo: “lui non è cambiato, sono cambiato io!“. Mentre nella versione del 1978 (la seconda) ci si era ispirati alle pose dei quadri di Pinelli, ora il personaggio farà riferimento al Pasquino di Nino Manfredi nel film “L’anno del Signore“, decisamente più in linea con l’attuale età dell’attore. Montesano, citando anche lo storico Anton Giulio Bragaglia, ricorda anche come in verità nel teatro romano Rugantino non fosse necessariamente giovane e bello: “Ne abbiamo avuti tanti, dal gobbo Tacconi a Zanazzo, senza dimenticare il burattino Ghetanaccio“.

La nuova Rosetta

A vestire i panni di Rosetta, che furono allora indossati dalla compianta Alida Chelli, sarà Serena Autieri. L’attrice partenopea, reduce dal recente successo sempre al Sistina di “Lady D“, ha dichiarato di aver amato sin da ragazza questo personaggio femminile, e che sognasse da tempo di portarlo in scena. Inoltre la Autieri, come accaduto in “Vacanze Romane” (ruolo iconico di Audrey Hepburn 2003-2005), cercherà di discostarsi il più possibile dalle interpretazioni delle attrici che l’anno preceduta in questo ruolo, fornendone una personale. Il Cast sarà composto anche da altri attori molto conosciuti nel panorama. Antonello Fassari avrà il compito di rappresentare il boja Mastro Titta (all’epoca l’indimenticato Aldo Fabrizi). Ad Edy Angelillo affidato invece il ruolo di Eusebia, che appartenne a Bice Valori.

Quando:

Dal 20 dicembre al 27 gennaio 2019

dal martedì al sabato ore 21.00; domenica ore 17.00; 31 dicembre ore 20.30

Info e prezzi:

06.4200711 ; 392.8567896 ; ticketone

Poltronissima € 69; Poltrona e Prima Galleria € 63; Seconda Galleria € 58; Terza Galleria € 48

Dove:

Via Sistina, 129 00187 Roma