Mostre, Stefano Mirabella, street photography, mostra

Il cielo in una stanza: la mostra

La scia di un aereo che incontra la cuspide di un’architettura bianca. La geometria di un momento: l’incontro perfetto. Un fotogramma irripetibile fissato dall’obiettivo della macchina fotografica suggerisce il titolo della personale di Stefano Mirabella: Il cielo in una stanza, in mostra (ingresso gratuito) fino al 23 luglio alla galleria d’arte contemporanea Honos Art.

Una stanza senza più pareti ma alberi. E’ la visione onirico-erotica dell’incontro con la donna amata, quella che Gino Paoli descrive nella sua canzone senza tempo. Il raggiungimento dell’equilibrio perfetto tra sogno e realtà. In un gioco di parallelismi, le pareti della Honos Art trascendono il limes dell’architettura dello spazio espositivo della galleria, trasportando il visitatore oltre il confine del noto, del già visto.

La Roma inedita di Stefano Mirabella si svela nelle venti fotografie in bianco e nero, selezione di un percorso iniziato nel 2012 e giunto oggi ad uno stadio di maturità del fotografo, Leica Ambassador dal 2015. Il suo obiettivo cattura istanti di una Roma quotidiana eppure sfuggente al senso comune. Attraverso la fotografia di strada l’artista restituisce nuova luce alla vita vissuta, grazie alla suggestiva rappresentazione visiva del bianco e nero (tratto distintivo del lavoro di Mirabella)  e alle prospettive inedite che trasmettono il quotidiano in tutta la sua purezza.

Quando:

La mostra è visitabile dal 14 giugno al 23 luglio 2016, dal martedì al sabato 10.30/19.30. 

Dove:

L’ingresso alla galleria e alla mostra è gratuito.

 

Chi è Stefano Mirabella?

Nato a Roma nel 1973, vive tuttora nella Capitale alla ricerca della giusta inquadratura.

Nel 2003 inizia a muovere i primi passi nel mondo della fotografia frequentando alcuni corsi nelle migliori scuole di Roma. Impegnato nel reportage sociale, inizia un percorso fotografico personale che lo vede impegnato in numerosi viaggi all’estero: Thailandia, Cambogia, Laos, Birmania, India, Siria e i territori palestinesi occupati.

Leica Ambassador e docente Leica dal 2015, tiene costantemente corsi di fotografia avanzati e di base. Dal 2012 pratica la street photography, un’opportunità per stare tra la gente e riscoprire la sua città. Dal 2013 membro del collettivo italiano dedicato alla fotografia di strada chiamato Spontanea.

Le foto della mostra

Mostre, Stefano Mirabella, street photography, mostra

 

Finalista al Miami Street Photography Festival 2015 che ha visto Stefano Mirabella partecipare anche in qualità di giudice, questa foto allena l’occhio del visitatore a provare ad andare oltre l’ovvio, nel desiderio latente in bilico tra la rappresentazione della realtà e il desiderio di trascenderla. La pubblicità colpisce l’attenzione del visitatore ancor prima che questa si posi sul mezzo pubblico e sulla ragazza che guarda fuori dal finestrino. L’immagine pubblicitaria è decontestualizzata. Straniante, per dirla alla Bertolt Brecht.

 

Mostre, Stefano Mirabella, street photography, mostra

Dettagli, sguardi, vita vissuta, incontri ravvicinati spesso cercati e sapientemente aspettati. Ne fa parte una foto scattata sulle scale mobili della stazione Termini, frutto di un lungo studio. Un solo momento in cui catturare le ombre dei passanti disegnate dalla luce del sole: Stefano Mirabella è riuscito a coglierlo.

La vita quotidiana scorre sotto la lente del suo obiettivo tra la stazione Termini e il Museo Nazionale Romano, tra l’Ara Pacis e la Galleria Alberto Sordi. Un vero e proprio atto d’amore verso la sua città, ancora capace di rinnovarsi e di reinventarsi. Così uguale a se stessa eppure così diversa..

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *