Alla Galleria Corsini visite guidate gratuite degli appartamenti del cardinale

Dal 13 luglio fino al 9 di agosto, le Gallerie Nazionali di Arte Antica offrono al pubblico un programma di visite guidate gratuite in italiano e in inglese. Un’occasione per scoprire la collezione della Galleria Corsini composta da molti capolavori di artisti come Caravaggio, Orazio Gentileschi, Beato Angelico, Anton Van Dyck, Pieter Paul Rubens e Jusepe de Ribera. La Galleria Corsini è l’unica quadreria settecentesca romana ad essere rimasta ancora oggi pressoché inalterata. Al momento della vendita del palazzo al Regno d’Italia (1883) il principe Tommaso Corsini donò, in blocco con l’edificio, l’intera collezione di opere. Ospitata al piano nobile del palazzo, residenza cardinalizia durante il ‘700, la raccolta venne ampliata ed arricchita soprattutto dal cardinale Neri Maria Corsini (1685-1770), nipote di papa Clemente XII e anche dal contributo di vari componenti della famiglia, a partire dal nucleo più antico messo insieme a Firenze dal marchese Bartolomeo (1622-85).

Il ramo romano dei Corsini allestì una raccolta di opere già a partire dall’inizio del ‘600. La collezione presente nel palazzo di via della Lungara venne avviata da papa Clemente XII (Lorenzo Corsini, 1652-1740). Vi confluirono una trentina di opere del fondo fiorentino, altri dipinti da quello romano, le proprietà di Lorenzo (tra cui i dipinti a lui donati una volta divenuto pontefice nel 1730) e gli acquisti curati da Neri Maria. Quest’ultimo ampliò l’orizzonte della collezione, guardando ai maestri del Seicento, italiani e non (Caravaggio, Reni, Guercino, Rubens, van Wittel), alla tradizione cinquecentesca italiana e alla pittura a lui contemporanea.

Caravaggio “San Giovanni Battista“, 1604-1606 olio su tela; Beato Angelico “Trittico” (Ascensione, Giudizio Universale, Pentecoste), 1447-1448 tempera su tavola.

Nel corso dell’Ottocento la raccolta venne modificata attraverso vendite ed acquisti, adattando il catalogo delle opere al gusto dell’epoca. Dopo la vendita del palazzo e della collezione al Regno d’Italia nel 1883, la raccolta originaria si arricchì grazie all’acquisizione del fondo Torlonia (1892), in previsione dell’apertura della prima Galleria Nazionale italiana, ospitata in palazzo Corsini dal 1893. Negli anni immediatamente successivi alla nascita della Galleria Nazionale, lo Stato italiano vi destinò, tra le altre, le collezioni Chigi, Monte di Pietà, Hertz, acquisite al fine di ampliare l’orizzonte storico della raccolta.

Negli anni ’20 una parte di essa confluì nell’appena istituito Museo di Palazzo Venezia, destinato ad illustrare la storia dell’arte medievale e rinascimentale. Progetto che ebbe vita breve e travagliata. Gli spazi limitati della galleria Corsini non erano comunque sufficienti ad esporre la gran mole di opere che erano state aggiunte al nucleo originario. Nel 1949 lo Stato acquistò palazzo Barberini per trasferirvi in blocco le opere della Galleria Nazionale, riaperta nella nuova sede nel 1953. Lo svuotamento della galleria Corsini durò circa 30 anni. Nel 1984 si decise infatti di ripristinare la raccolta Corsini nel palazzo di appartenenza, lasciando a palazzo Barberini soltanto i gruppi di opere che erano state aggiunte dopo la donazione del 1883.

Un ringraziamento a ufficio stampa Enrica Vigliano e Maria Bonmassar.

Orazio Gentileschi “Madonna col Bambino“, 1605-1610 olio su tela; Pieter Paul Rubens “San Sebastiano curato dagli angeli“, 1601-1602 olio su tela

VISITE GUIDATE: INFORMAZIONI E MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

GIOVEDÌ ore 16.30 visita in italiano

VENERDÌ ore 11.30 visita in italiano e alle 16.30 in inglese

SABATO ore 11.30 visita in inglese

Le visite non saranno programmate nei giorni festivi. Ogni visita è riservata ad un massimo di 25 partecipanti. Le visite sono gratuite e prevedono soltanto il pagamento del normale biglietto di ingresso al museo, senza necessità di prenotazione.

Prezzi:

Intero € 12 – Ridotto  € 6

Il biglietto è valido dal momento della timbratura per 10 giorni in entrambe le sedi del museo. Gratuito: minori di 18 anni, scolaresche e insegnanti accompagnatori dell’Unione Europea (previa prenotazione), studenti e docenti di Architettura, Lettere (indirizzo archeologico o storico-artistico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione, Accademie di Belle Arti, dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, membri ICOM, guide ed interpreti turistici in servizio, giornalisti con tesserino dell’ordine, portatori di handicap con accompagnatore, personale docente della scuola, di ruolo o con contratto a termine, dietro esibizione di idonea attestazione sul modello predisposto dal Miur.

Informazioni:

06-4824184 | comunicazione@barberinicorsini.org

Facebook: @BarberiniCorsini | Twitter: @BarberiniCorsin | Instagram: @BarberiniCorsini

Dove:

Galleria Corsini, via della Lungara 10, Roma

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *