The Crossing, un “passaggio” per nulla scontato che accumuna due artiste

RvB Arts presenta una mostra collettiva dedicata ai nuovi dipinti e disegni della pittrice romana Lucianella Cafagna, e ad una serie di fotografie a tema unico di Chiara Caselli, nota anche per la sua carriera cinematografica. I lavori e le differenti ricerche delle due artiste si incontrano nella mostra “The Crossing”. Il titolo rivela appunto il passaggio e “l‘attraversamento” che nelle loro opere prende vita, sia in senso metaforico che rappresentativo. Pervade in esse anche una percezione di libertà nel pensiero. E’ proprio nel 1968, in piena rivoluzione borghese che ha generato la “dittatura del desiderio”, che nascono le due artiste. L’esposizione, curata da Michele von Büren, resterà aperta al pubblico dal 31 ottobre fino al 9 dicembre.

Lucianella Cafagna, The Crossing, 90×90 cm

Tra riflessioni e abbandono

Lucianella Cafagna è nata a Roma nel 1968. Studia all’ École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi, passando un periodo d’apprendistato nello studio di Pierre Carron, pupillo di Balthus. Nel 2011 ha partecipato alla Biennale a Venezia, con un’opera selezionata per il Padiglione Italia. Il mondo dell’infanzia è un tema ricorrente nei lavori della Cafagna, che unisce l’eleganza formale dello studio tradizionale con uno slancio nel mondo contemporaneo. Risalta in particolare la sua abilità nel creare un senso di sospensione senza tempo. I suoi soggetti vengono collocati tra la memoria e l’oblio, come simbolo struggente della nostra vita transitoria. Venendo ai suoi dipinti a tempera e disegni su tela, il passaggio si denota nello sviluppo adolescenziale delle protagoniste, prese nel loro periodo di maturazione e crescita. Esse vengono colte nelle loro riflessioni più intime e personali dell’animo umano, abbandonate in un mondo a se. Incutono mistero e curiosità in chi le osserva: in che mondo si trovano? A cosa stanno pensando? Sono quadri che catturano per bellezza, ma anche perchè racchiudono l’enigma dell’introspezione, un luogo dove ci si perde, che non conosce confine alcuno.

Lucianella Cafagna: “Face-to-Face”, 60×50 cm; a destra “Basking”, tecnica mista su tela

Dal cinema alla fotografia

Chiara Caselli nasce a Bologna nel 1967. Dopo aver intrapreso una carriera cinematografica diventa, in breve tempo, una delle attrici più versatili ed internazionali della sua generazione. Vanta collaborazioni con autori quali Michelangelo Antonioni, Liliana Cavani, Marco Tullio Giordana e Gus Van Sant. Nel 1999 il suo primo progetto da regista, il cortometraggio Per Sempre, vince il Nastro d’Argento. Torna alla regia nel 2016 con Molly Bloom, dall’Ulisse di James Joyce, che è stata presentato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Parallelamente alla recitazione, la Caselli ha dedicato il suo talento alla fotografia, ricercando la purezza e l’immediatezza dello sguardo. Concentrandosi sulla natura e sulle figure, ha creato una raccolta di opere di alto valore pittorico. Approda nel 2011 alla Biennale d’Arte di Venezia e al Festival Internazionale di Fotografia di Roma. Nel 2014 espone per la prima volta in Giappone, con una personale site-specific, negli spazi che Gae Aulenti ha creato per l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo.

Chiara Caselli: “Fata Morgana”, 60×60 cm, 2017

Paesaggi sconfinati, luci e nebbie

Le fotografie della Caselli sono scattate nel viaggio che fece per l’isola di Ginostra alle Eolie. Tale passaggio (attraversamento) si riscontra nelle trasparenti atmosfere marine di nebbia e luce, dove la linea dell’orizzonte scompare fino a non farla più percepire all’occhio di chi le osserva. Una poesia visiva che entusiasma, perchè capace di toccare l’animo umano, facendo capire l’importanza del soffermarsi a riflettere e avere cosi quel lasso di tempo che e’ bene prendersi, sempre indaffarati come siamo nella nostra frenetica e convulsa vita. D’altronde e’ anche un modo per operare una introspezione a volte necessaria a capire dove stiamo andando, cosa stiamo facendo, se e’ giusto o sbagliato, o semplicemente per avere un minuto privato, tutto nostro, dove lasciare il mondo fuori…

Quando:

dal 31 ottobre al 9 dicembre

Info:

 3351633518  |  info@rvbarts.com  |   www.rvbarts.com

Dove:

RvB ARTS , via della Zoccolette 28, 00186 Roma

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *