Urbano Barberini, teatro, sulle spine, roma

Teatro, Urbano Barberini: “Silio? Una parte di me”

Urbano Barberini è Silio in “Sulle Spine”, lo storico spettacolo scritto e diretto da Daniele Felleri, in scena fino al 9 aprile 2017 al Teatro Due di Roma

“Sulle Spine è uno spettacolo molto comico e molto crudele, molto quotidiano e abbastanza surreale”.

Franca Valeri

 

Una definizione al limite del paradosso, quella data da Franca Valeri nella prefazione al testo di Daniele Felleri “Sulle Spine: noir psicologico da morire dal ridere”. La signora del teatro italiano coglie la cifra ironico-sarcastica del testo edito da TITIVILLUS,  che dal 1997 è anche il copione di uno spettacolo di successo diretto dallo stesso autore e interpretato da Urbano Barberini. Fino al 9 aprile, al Teatro Due di Roma, il noto attore vestirà i panni di Silio, un ex adolescente bullizzato che trova il coraggio di emanciparsi dalla propria storia.

La lucida follia con la quale il protagonista riscatta il tempo perduto, scandisce episodi di cronaca drammaticamente attuali. Riuscirà Silio a rimarginare la ferita delle vessazioni subite da bambino? E soprattutto, vittime e carnefici vivranno eternamente sulle spine o riusciranno a spuntarle? Lo abbiamo chiesto a Urbano Barberini a poche ore dalla messa in scena al Teatro Due di Roma, un piccolo teatro non poco distante dalla famosa Fontana della Barcaccia, dove campeggiano i simboli della famiglia di Urbano VIII Barberini, capostipite del ramo primogenito dell’attore.

L’Intervista a Urbano Barberini

Lei ha interpretato Silio per la prima volta 20 anni fa. Che rapporto lo lega a questo personaggio?

Silio è un personaggio che ormai mi abita. Siamo cresciuti insieme e, dopo tanti anni, riesce ancora a trovare il modo di comunicarmi che ha qualcosa da dire. Ed è meglio per me che io lo faccia uscire perché è un prepotente che ha subìto delle costrizioni dalla società decidendo di ribellarsi in maniera raffinata, divertente ma anche molto crudele. Trovo delle grandi sintonie con questo personaggio perché anch’io, a mia volta, sono stato in un certo senso bullizzato e il teatro è il mio veicolo per vendicarmi.

Da quali costrizioni si è liberato o deve ancora liberarsi Urbano Barberini?

Adesso, dopo tanti anni, la scarpa della vita è diventata più comoda ma da giovane ho subìto le leggi del conformismo di un certo tipo di società, che si aspettava che mi comportassi non certo come si comporta Silio. Ero un bel giovane e nei film mi chiamavano per recitare ruoli eleganti ma dentro avevo una furia che voleva uscire. Ecco, con questo spettacolo, queste due parti hanno finalmente iniziato a combaciare.

Ѐ la catarsi del teatro..

Il teatro nasce per questo e funziona quando è fatto bene. Il problema è che quello che accade in scena, per quanto folle, deve essere credibile. Se fossimo in un Paese meritocratico, questo spettacolo avrebbe avuto dei teatri molto più grandi perché chi lo ha visto lo ha amato molto. Fra questi Dario Argento, Giuseppe Patroni Griffi e Franca Valeri, con la quale, grazie a questo spettacolo, è nata una bellissima collaborazione. Insomma, avrai capito che tengo “nu piezz’ ‘e core” in questo spettacolo!

Cosa vuol dire portare uno spettacolo di successo in un piccolo teatro come il Teatro Due?

Vuol dire sostenere lo sforzo di resistenza che i piccoli teatri romani fanno per cercare di sopravvivere. Spazi come questo sono interessantissimi perché consentono a giovani compagnie, che non hanno soldi o le conoscenze, di sperimentare qualcosa che, a volte, è veramente molto interessante. Sono spazi preziosi dove ho visto recitare spettacoli straordinari.

 

Urbano Barberini, teatro, sulle spine, roma

Urbano Barberini in una foto di scena. Con lui, sul palco, Sergio Valastro nei panni dello psicanalista
Ph Carlo De Gori

Sono previste nuove repliche dello spettacolo?

Diciamo che navighiamo a vista. Intanto sopravviviamo a questa serata e vediamo cosa succederà alla fine dello spettacolo (ride).

 

SULLE SPINE

QUANDO:

dal 4 al 9 aprile 2017 – h 21, domenica h 18

BIGLIETTI:

Intero 15€ / Ridotto 10€

DOVE: 

 

 

 

 

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *