Articoli

CORPUS DEI

Mostra collettiva a cura di Daphnée Thibaud e Giulia Capogna

Vernissage: sabato 26 novembre 2016 dalle h 19.00

Performance di Massimo ScognamiglioRebirth

Live painting di Diamond e Solo

Finissage: 7 gennaio 2017 dalle h 19.00

Beppe Stasi –  Claudia Ducalia – Diamond – Eolo Perfido – Fabio Timpanaro – Francesco Viscuso – Giorgio Finamore – Karl Billaud – Marco Rea – Nicola Alessandrini – Riccardo Mannelli – Saturno Buttò – Selena Leardini – Servadio – Sicioldr – Solo – Valentina Brostean

Nero Gallery è lieta di presentare Corpus Dei, mostra collettiva composta da 17 artisti italiani.

La mostra esplora diversi modi di rappresentare e di utilizzare il corpo nelle opere d’arte. Il corpo nella sua trasformazione e nelle sue molteplici manifestazioni diventa il medium attraverso cui l’artista esprime il proprio concetto di arte. Gli artisti esposti sono tutti italiani ma provenienti da mondi diversi: dalla lowbrow art e dal pop surrealismo, dalla foto-manipolazione, dal fumetto e dall’illustrazione per toccare infine anche la street art. La mostra abbraccia, in questo modo, diverse discipline e molteplici interpretazioni, rispecchiando e riflettendo la varietà espressiva di ogni singolo.

La visione degli artisti mira a reinterpretare la concezione del corpo come mezzo espressivo nell’arte. Il corpo è l’oggetto di tutte le sperimentazioni ed è stato il centro di profondi sconvolgimenti ideologici, politici e culturali: lo ritroviamo nel ritratto, nella fotografia, nel collage, nel disegno, nella pittura, nel tatuaggio. Il corpo è sublimato, venerato, rappresentato come pura poesia dell’estetica ma allo stesso tempo deformato, frammentato, ferito, ibrido e sfigurato. La mostra toccherà vari temi e visioni e il suo allestimento sarà un percorso proibito e celato che svelerà molte opere sorprendenti.

sogni di donna la mostra

“Sogni di donna” la mostra: un viaggio tra sogni e speranze delle Donne

Dal 10 al 24 luglio la galleria Art Gap Gallerycontemporary art ospiterà la mostra che sarà ad ingresso gratuito intitolata Sogni di donna, ad opera della pittrice Paola Moro.

Continua a leggere

DolceVita Gallery: scatti di un’epoca indimenticabile

“La bella confusione”. Era questo il titolo che inizialmente Fellini aveva in mente per quello che poi tutto il mondo avrebbe conosciuto come “La dolce vita”. E in effetti quelli erano anni (’50- inizi’60) in cui le strade di Roma, la sua gente, il cinema neorealista, i fotografi (paparazzi), intellettuali come Pasolini e Moravia in giro di sera, hollywood e le sue Star, tutto quanto restituiva agli occhi di coloro che quegli anni li viveva, una gran “bella confusione”.  A distanza di 50 anni da quel periodo controverso e magico, la DolceVita Gallery apre al pubblico uno spazio espositivo dedicato a quel mondo bello e magicamente confuso.
Continua a leggere