“Quiéreme”, la prima mostra dell’artista argentino Nicolás Romero Escalada

Dal 16 giugno al 13 luglio la Galleria Varsi presenta “Quiéreme”, la prima esposizione romana dell’artista argentino Nicolás Romero Escalada alias Ever. La Galleria è tra le più giovani realtà che producono street culture nella capitale dal 2013, rivolgendo il suo sguardo alla scena underground per accogliere i migliori artisti del momento. Situata nel centro storico di Roma, apre le sue porte permettendo ad artisti contemporanei e d’avanguardia di alternarsi con mostre personali.

L’artista argentino, a partire dagli anni ’90, inizia ad esprimersi con i graffiti sui muri di Buenos Aires, per poi evolvere in uno stile pittorico originale, un dialogo acceso, per contenuto e colori, tra astratto e figurativo dove l’uomo si fa simbolo. Il percorso artistico di Ever nasce dalla necessità di manifestare interrogativi nello spazio pubblico al fine di interagire con il pensiero collettivo. L’artista trasforma la Galleria Varsi in spazio estatico, erotico e sacro: umano. I soggetti principali delle sue rappresentazioni sono uomini e donne, la cui anima viene sottratta da entità sconosciute, mentre i loro corpi attendono immobili il suo ricongiungimento.

“Representation of an idea to the outside”, Nicolás Romero Escalada

Nicolás Romero Escalada cerca di oggettivare l’altrove fermandolo sulle sue tele. L’obbiettivo è far vedere l’esperienza dell’estasi, cristianamente intesa, ma umanamente vissuta. L’artista immagina un Dio curioso che si manifesta attraverso i piaceri della carne per condividerli e liberarli dal peccato. È proprio nel godimento dell’unione che la colpa, condivisa, si dissolve. Tutto è verità e amore, per un attimo accessibili.

“Identity” Mexico City. Ever x Smitheone (2015)

Tutti gli interventi di Ever sono strettamente connessi alla realtà dei luoghi in cui si trova a operare. Non a caso la scelta di Roma per affrontare il tema dei temi: la triade del sacro-sesso-individuo. Secondo l’artista, l’opera è un ponte fra chi crea e chi, osservando, trae spunti riflessivi su cui speculare e aprire nuove discussioni. Un’opera d’arte è un ponte che genera la discussione che seguirà. Un’opera non deve “dire” qualcosa, ma deve porre delle domande. L’arte è il modo per dialogare con se stessi e anche per entrare in contatto reale con gli altri.

Il corpo umano viene indagato da Ever in tutte le sue forme e possibilità, a tratti portato all’estremo, per divenire simbolo e messaggio. Il contesto culturale dei luoghi in cui opera è per lui fonte di ispirazione e diviene parte integrante della sua poetica, un dialogo colto tra passato e presente.

Quando:

Dal 16 Giugno al 13 luglio – INGRESSO LIBERO

da martedì a sabato dalle ore 12 alle 20, domenica dalle ore 15 alle 20, lunedì chiuso

Contatti:

info@galleriavarsi.it | www.galleriavarsi.it | 06 68309410

Dove:

Galleria Varsi – Via di San Salvatore in Campo 51, Roma

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *