Pasquale Monaco, il pittore dei contrasti

Il 10 giugno si è inaugurata, presso il Teatro San Genesio,Niagara, i migliori anni”. La raffinata mostra ospiterà le armoniche opere del pittore Pasquale Monaco, con la quale si chiude la sezione artistica della 5° edizione del Vitala Festival. L’esposizione gratuita rimarrà allestita fino al 21 giugno e sarà visitabile nelle ore pomeridiane, previo appuntamento o contestualmente ai prossimi eventi in programma presso il Teatro.

Pasquale Monaco, “Niagara”, 150 x 150 cm

La mostra

Il titolo della mostra “Niagara, i migliori anni” e il dipinto sono un omaggio ed una testimonianza vissuta dal pittore Pasquale Monaco all’età di 20 anni.  Nel quartiere Vomero di Napoli degli anni 70, tutti i giovani come lo stesso Monaco amavano ascoltare musica e riunirsi nel fine settimana nelle cosiddette “comitive”. Niagara era il nome di un famoso locale sala da ballo dove si ascoltava buona musica. Questo dipinto è appunto nel ricordo degli anni belli….i migliori ! Un ringraziamento ad Anna Maria Volpacchio per il prezioso aiuto nell’organizzazione di questa mostra.

Da sinistra a destra alcuni dipinti di Pasquale Monaco: “Rosso” 80×40 cm, “Città ideale” 100×150, “Flowers 80×50 cm.

L’artista e il suo stile

Pasquale Monaco è nato a Napoli nel 1948. Vive e lavora a Roma dal 1983. Ha frequentato l’Istituto delle Porcellane di Capodimonte e l’Accademia Napoletana di Belle Arti. Dal 1970 svolge un’intensa attività artistica con numerosissime mostre personali e collettive. Ha ricevuto numerosi premi e significativi riconoscimenti e alcune sue mostre personali sono state seguite con attenzione dalla stampa e presentate da RAI 2.  Nel 1978 ha eseguito una pala d’altare alla chiesa dei Padri Francescani di Pollica (Cosenza). Le sue opere sono presenti in numerose collezioni private e pubbliche, sia in Italia che all’estero. A Roma nel Ministero dell’archeologia, nell’Università “La Sapienza”, nel Ca/Pit, nell’Associazione Nazionale dei Giornalisti, nella Federazione Italiana di Arti Figurative, nella Fao e nei Musei Vaticani. La pittura di Pasquale Monaco evidenzia uno stile personale e libero. Essa parte da una base impressionista, dando vita a rappresentazioni reali e fantastiche che mostrano lo scorrere del tempo, il passare delle stagioni. Forti sono i contrasti di luci ed ombre con colori vividi evidenziati da cambiamenti di luce. Il lato espressionista privilegia l’emotività, dove tratti decisi e colorazioni finiscono per indicare stati d’animo ribelli e vissuti delle sue creature. Nelle opere del maestro Pasquale Monaco lo spazio non usa la prospettiva geometrica ma sperimentale. L’ effetto risulta meno statico grazie alla maggiore libertà delle pennellate di colore. Le figure e i paesaggi presentano quasi intercambiabilmente un linguaggio unico. L’aspetto straordinario di Monaco è proprio l’unione stilistica tra due elementi contrastanti. Ad esempio si possono notare tratti agitati, tipici di un sentimento dionisiaco, armonizzati con la calma olimpica che uniforma serenamente tutti i lati delle figure femminili e maschili.

Quando:

10 Giugno – 21 Giugno

Info e prezzi:

Ingresso gratuito

347-8248661; wonderwallenter@gmail.com

Dove:

Teatro San Genesio, via Podgora , 1 Roma

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *