In mostra Vivian Maier : la tata che fotografando è diventata eterna

Vivian non ha fatto in tempo a conoscere il proprio successo. Oggi tra le più eminenti figure della fotografia d’autore nel mondo, fino a 10 anni fa era completamente sconosciuta. Per un’intera vita si procurata da vivere grazie al suo lavoro da bambinaia. La fotografia, che per lei era una passione, intima e viva, non le ha mai fatto guadagnare un soldo. A 10 anni di distanza dalla sua morte, le foto vengono messe in mostra in tutto il mondo. E dal 17 marzo al 18 giugno si potranno ammirare al Museo di Roma in Trastevere, grazie alla mostra “Vivian Maier. Una fotografa ritrovata”.

Chi ha scoperto le foto di Vivian?

John Maloof, un 29enne di Chicago, nel 2007, per un lavoro di ricerca storica della città, comprò in un asta (per il costo di 380 $), alcune foto iconografiche che ritraevano le vie di Chicago e i volti di quelle strade. Solo un anno dopo dall’acquisto il ragazzo si rese conto della bellezza di quegli scatti, cosi decise di condividerli su Internet, dove riscossero sin da subito un enorme successo. In realtà quelle erano solo una piccolissima parte dei 150mila negativi che Vivian scattò in tutta la sua vita da bambinaia.

La tata e i suoi scatti d’autore

Vivian fotografava ogni qual volta il lavoro da bambinaia le permetteva di avere tempo libero. In particolare i suoi scatti sembrano voler spiare momenti emotivi reali dei soggetti che inconsapevolmente vengono ritratti. Altri ritratti invece guardano l’obbiettivo narcisisticamente consapevoli. In ogni scatto troverete i vari protagonisti indaffarati nelle loro vite. Ma la parte più affascinante è quella che Vivian ha dedicato agli autoritratti. Spesso attraverso un gioco di specchi o di ombre, il viso della tata era austero, e alle volte semplicemente divertito. Anche al visitatore più distratto non sfuggirà il lato leggero e allo stesso tempo intimo che ogni scatto di Vivian conserva. C’è qualcosa di molto attuale e eterno dentro quelle foto in bianco e nero, a voi il compito di scoprire cosa vogliono dire.

 

Quando e Biglietti

Dal 17 marzo al 18 giugno 2017
Da martedì a domenica ore 10.00-20.00
Chiuso lunedì

Biglietto d’ingresso

– Intero: € 9,50
– Ridotto: € 8,50

Per maggiori info sito ufficiale 

Dove

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *