Mangia! , lo specchio della realtà odierna raccontato da Anna Piscopo

Mangia! , lo spettacolo scritto, autoprodotto ed interpretato da Anna Piscopo ha debuttato ieri al Teatro Tordinona, dove sarà in scena fino al 14 ottobre. Il monologo è reduce da una serie di riconoscimenti come il Premio Nazionale di Letteratura e Teatro Italiano “Nicola Martucci” e quello come Miglior Spettacolo per “Corti in Pietralata”. Inoltre la Piscopo ha ricevuto anche il premio “Miglior Attrice del Teatro Lo Spazio”. La pièce usa il cibo, aspetto centrale nella cultura italiana, come metafora di uno stato di crisi esistenziale più che economica. Un ritratto veritiero e preoccupante di un paese non bello, visto e interpretato dagli occhi e dal corpo dell’attrice.

Sinossi

Mangia! è un monologo cabarettistico e al contempo drammatico, in cui l’attrice interpreta più personaggi che dialogano tra di loro. Viene raccontata così la storia di una giovane ragazza pugliese che vorrebbe trovare un suo posto nel mondo, lavorare, essere felice e amata. Tuttavia i condizionamenti familiari, soprattutto della mamma autoritaria, la fanno vivere in un clima ansioso ed opprimente. L’ossessione continua per il cibo, il confronto perso con l’inarrivabile sorella “perfetta”, e la i crisi economico-culturale del suo Paese la gonfiano di rabbia. Anche le amicizie disattendono le sue aspettative, emarginandola e deridendola in maniera pesante.

Scrollandosi di dosso tutte queste situazioni da cui è sopraffatta, la donna decide di andare all’inseguimento disperato della sua indipendenza. Trasferitasi a Roma dall’arcigna zia, confusamente va in cerca di lavoro e fidanzato. Ma qui purtroppo troverà un’occupazione poco onorevole e un uomo che, illudendola, la sfrutterà solo per interessi sessuali. Travolta da un nuovo mondo brutale che finisce per divorarla ancor di più, la protagonista sarà costretta così a tornare a casa dai genitori dopo la sfortunata parentesi romana. Chiuderà con un finale tragico ma paradossalmente liberatorio per lei, proprio come chi ingurgita pietanze e poi le elimina durante una furia bulimica.

Conclusioni

Anna Piscopo è riuscita a trasmettere tutta la carica emotiva del personaggio, sia dal punto di vista drammatico che umoristico. Il suo testo, profondo e a tratti molto crudo, ha voluto comunicare la crisi esistenziale di una giovane donna comune del mondo di oggi. E tutto questo è stato messo in scena con un’instancabile dialettica ed una molteplice espressività, utilizzando una scenografia semplice e minimale. Risulta azzeccata altresì la scelta di alternare momenti ironici col simpatico dialetto pugliese ad altri molto seri, i quali sanno attirare in modo giusto l’attenzione dello spettatore. Mangia! ha quindi centrato l’obiettivo di far riflettere sul tema della società feroce, regolata dalla legge del più forte, quella di chi sfrutta per non essere sfruttato. Un messaggio diretto e potente che arriva come un pugno in pancia preso dalla realtà odierna.

© Riproduzione riservata

Quando:

Dal 9 al 14 ottobre 2018

Info e prenotazioni :

+39 3272617974

Dove:

Teatro Tordinona, via degli Acquasparta 16

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *