Dario Passi, l’esposizione dei sui disegni inediti

Martedi 20 giugno 2017, alle ore 19, si inaugura presso la Fondazione Pastificio Cerere la mostra Disegni – personale di Dario Passi, organizzata in collaborazione con DIVISARE e a cura di Alexandra Andresen. Apertura al pubblico dal 21 giugno al 21 luglio 2017 con ingresso gratuito.

Dario Passi, Senza titolo, penna stilografica e pastelli su carta, 1985. A destra “Tor Vergata”, penna stilografica e pastelli su carta, 1983.

Dipingere disegnando

L’esposizione è dedicata alla produzione artistica dell’architetto Dario Passi che, dopo le mostre al Centre Pompidou a Parigi nel 2012 e al Frac Centre-Val de Loìre nel 2015, torna ad esporre a Roma con una raccolta di disegni inediti, testimonianza della ricerca svolta in questa città tra la fine degli anni ’70 e inizi ’80. L’architettura del Novecento e il rapporto col mondo della pittura, con cui instaura fin dagli anni ’60 uno stretto legame, sono i temi della sua ricerca che intende sciogliere il disegno dalle abituali convenzioni disciplinari, facendogli conquistare un’ autobiografica autonomia autoriale. Nel rapporto tra pensiero, parola e figura si inserisce il suo lavoro, il quale solo per casuali scelte di vita si trova applicato al cosiddetto “progetto di architettura”. I disegni esposti, infatti, sono un approdo all’architettura attraverso i territori dell’arte: segno e colore sono i materiali, i mastici che tengono insieme i progetti sul foglio.

Da sinistra: Dario Passi, Senza titolo, pastelli su carta, 1981; Senza titolo, penna biro e pastelli su carta, 1985; Senza titolo, penna stilografica su carta, 1985

La raccolta di immagini ci riporta al senso morale, etico dell’edificare, del costruire una realtà sociale e storica. Il progetto rientra all’interno di uno specifico interesse da parte della Fondazione Pastificio Cerere per l’architettura, importante obiettivo formativo di una proposta culturale che vede l’arte contemporanea in costante dialogo con altre discipline. La mostra sara accompagnata da “Piccola Antologia. Dario Passi“, una raccolta di scritti sull’artista edita da DIVISARE, con interventi critici di Achille Bonito Oliva, Giorgio Muratore e Franco Purini.

La raccolta dei disegni DIVISARE

Su Dario Passi

Dario Passi vive e lavora a Roma, dove è nato. Dopo la laurea in Architettura, sono numerose le partecipazioni a concorsi, che segnano alcune delle tappe principali della sua attività progettuale. Il suo esordio in ambito artistico risale al 1977 con la partecipazione, insieme ad artisti emergenti in quegli anni, agli Incontri Internazionali d’Arte organizzati da Achille Bonito Oliva. Nel 1980 l’incontro/confronto con Enzo Cucchi, nella prima di una serie di mostre intitolate “Duetto”, a cura di Francesco Moschini. Seguono altre esposizioni alla Galleria A.A.M. e agli Incontri Internazionali d’Arte, dove presenta quattro grandi tele ad olio che vedono le figure dei suoi progetti dipinti come un paesaggio costruito in unico colore bruno. Queste tele costituiscono una sorta di lascito alla sua disciplina che agli inizi degli anni ‘90 abbandona definitivamente con una grande mostra “Winter”. Nel 1994, al Museo Laboratorio dell’Università la Sapienza, espone una ventina di tele di grande dimensione giocate su strutture bianche, grigie e nere. E’ questo l’avvio di una ricerca pittorica che svilupperà negli anni successivi.

Quando:

Inaugurazione: Martedi 20 giugno 2017 ore 19.00

Dal 21 Giugno al 21 Luglio 2017

lunedi – venerdi 15.00-19.00 INGRESSO LIBERO

Contatti:

Fondazione Pastificio Cerere

+39 06 45422960

Dove:

Fondazione Pastificio Cerere, Via degli Ausoni, 7, 00185 Roma

 

 

 

 

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *