Arriva la prima edizione della mostra M.A.N.I.

RvB Arts ha presentato la prima edizione di M.A.N.I., acronimo di Manualità Armonia Narrazione Italiana, che si terrà esclusivamente in galleria fino al 22 settembre 2018. Questa mostra, dettagliatamente curata da Michele Von Buren, inaugura e corona allo stesso tempo un progetto a lungo termine: la creazione di un’identità incentrata sui giovani artisti in cui il rapporto con le radici nella tradizione artistica italiana e i suoi “mestieri” è sempre fonte di nutrimento, senza per questo abbracciare una posizione “passatista”. La galleria ha cercato negli anni di individuare gli artisti che lavoravano con questi presupposti raccogliendoli all’interno di un progetto comune, nonostante le differenze generazionali e stilistiche.

Nel cuore della mostra

La prima edizione di M.A.N.I. consolida così i punti cardine che hanno guidato le scelte curatoriali della galleria fin dal principio:

MANUALITÀ intesa come capacità tecnica e il recupero del “mestiere”;

ARMONIA intesa come desiderio di riportare al centro dell’arte l’emozione, per raggiungere anche quel pubblico vasto e variegato che spesso si sente alienato dall’arte contemporanea; ma anche come capacità di far convivere in un unico progetto linguaggi così eterogenei;

NARRAZIONE intesa come predilezione del racconto, forma espressiva capace di favorire la connessione tra opera e fruitore;

ITALIANA in quanto l’immaginario degli artisti coinvolti si è formato in questo paese, diventando parte fondante della loro ricerca.

La galleria si propone di fare un riassunto annuale dei suoi artisti più rappresentativi di questo progetto. M.A.N.I. è infatti manifestazione della ricca e sempre più apprezzata attività di talent scout di Michele von Büren, gallerista e curatrice di RvB Arts. Molti dei suoi artisti hanno infatti vinto premi e partecipato a eventi internazionali, ottenendo riconoscimenti condivisi da critica e mercato. Questa prima edizione include sia artisti che hanno collaborato con la galleria dal suo inizio, che talenti emergenti individuati recentemente. Le successive edizioni di M.A.N.I. si terranno con cadenza annuale in ogni mese di maggio. 

Alcuni scatti delle sculture di Fantini e Iavazzo nella mostra M.A.N.I

Gli artisti e la loro arte

Per questa edizione 2018, anniversario del suo decimo anno di attività, la galleria propone artisti già ben noti al suo pubblico romano come il pittore e scultore Bato, fresco del successo della personale Jungle, Lorenzo Bruschini, il cui lavoro coniuga la dimensione del sogno e del mito, e la pittrice Lucianella Cafagna, annoverata tra i 20 artisti contemporanei più rilevanti del panorama italiano dall’Enciclopedia Treccani. Ci sarà anche la fotografa Chiara Caselli, appena rientrata dalla Biennale di Fotografia di Mosca, e Fantini con le sue sculture in bronzo e pietra normalmente esposte a Parigi e in Olanda. Da notare anche la partecipazione di Andrea Gallo, vincitore del Young At Art 2015 e di Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona con una sua opera esposta nel Museo di Arte Contemporanea.

Ma non è tutto. Alla mostra, anche gli artisti Gianlorenzo Gasperini (le cui opere sono state parte della collezione permanente dell’Opera Gallery di New York) e Arianna Matta, pittrice romana che ha appena concluso la sua prima personale a Parigi. E poi: Claire Piredda, scultrice che utilizza l’ argilla grezza di Calcata, antico borgo dove vive e lavora, e Vera Rossi, selezionata quest’anno per una personale alla Mia Photo Fair di Milano. Presenta le sue opere avvolte con le resine industriali Leonardo Blanco (2^ Biennale d’Arte di Pechino 2005 e Biennale di Venezia 2009), vincitore di numerosi premi e concorsi con lavori in mostre permanenti nella Repubblica di San Marino e all’estero. Nicola Pucci invece torna in galleria con nuove opere che confermano la forza di un lavoro che ha attirato l’attenzione di mercanti d’arte come Larry Gagosian, e di intenditori come il collezionista Carlo Bilotti. 

Da sinistra “Against Red” di Lucianella Cafagna (2018) ; “Enigma dell’infanta” di Sicioldr ; “Donna della ruggine” di Alessio Deli (2016)

Spazio anche ai nuovi talenti

La mostra comprende anche giovanissimi talenti come Alessandro Sicioldr, che ha già partecipato a mostre a New York, Parigi, Bruxelles, Dublino e Valencia, e lo scultore napoletano Vittorio Iavazzo, che presenterà per la prima volta le sue figure umane di cartapesta a grandezza naturale commissionategli per l’occasione dalla RvB Arts. Senza dimenticare l’artista Luca Zarattini, giovane pittore (vincitore di premi tra cui Premio Niccolini 2016, Basilio Cascella 2011 e Zingarelli 2010) e lo scultore Alessio Deli, con le sue sculture realizzate mediante l’assemblaggio e la modellazione di materiali riciclati.

In questa occasione ci sarà anche la speciale presenza di Massimo Pulini, artista e storico dell’arte, docente di pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, attualmente Assessore alla Cultura del Comune di Rimini. Ha esposto in sedi pubbliche italiane e internazionali tra cui le Scuderie del Quirinale, Villa Adriana di Tivoli, la Galleria Nazionale di Parma e l’Istituto Italiano di Cultura di Londra.

Quando:

M.A.N.I.: dal 24 maggio al 22 settembre

Orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Info:

Tel: 3351633518 / www.rvbarts.com  / facebook: rvbgallery

Dove:

Rvb Arts, Via delle Zoccolette  28, 00186 Roma

Commenti

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *